.

  per la sinistra.it( 2003)

       che mille gocce diventino un fiume

PACE,  DIRITTI,   INFORMAZIONE,     DEMOCRAZIA E PARTECIPAZIONE

HOME CHI SIAMO FILMATI AGENDA CONTATTI LINKS
. . . . . .
.

SIGNA 

.

SIGNA LA NUVOLA NERA

.

 INQUINAMENTO 2010

.

INQUINAMENTO 2009

.

INQUINAMENTO 2008

.

INQUINAMENTO 2007

.
INQUINAMENTO 2006
.

INQUINAMENTO 2005

.

CONSIGLIO COMUNALE

dal giugno 09

.

CONSIGLIO COMUNALE 2004/09

.

ATTIVITA' CONSILIARE

.

VERBALI CC

.

LEGGI E REGOLAMENTI

.

COMUNICATI STAMPA

.

STAMPA 2008

.

STAMPA2007

.

STAMPA2006

.

STAMPA 2005

.

STAMPA2003/4

.

SIGNA NOTIZIE

.

 NOBEL

.

  RENAI

.

VIABILITA'

.

PARCHEGGI

.

1

.

1

ARTICOLI

.

 Area Sinistra Toscana

.

un ponte fra ..

.

una nuova TV

.

 

.
 
.

 

.

 

.

 

 

Consiglio Comunale  -  lunedì 7 febbraio 2005  (9^ seduta)

Intervento del consigliere Fiaschi Marcello "Unione per la Sinistra"

MOZIONE: Trasparenza e accesso informatizzato in rete civica degli atti dell’amministrazione. 

Nelle sedute precedenti abbiamo discusso e scambiato alcune opinioni sulla Trasparenza. I temi in discussione erano altri e non abbiamo potuto approfondire se esiste la possibilità di trovare un punto comune di accordo.

Il diritto di accesso e di informazione è sancito dalla legislazione nazionale. Recepire, indicare e garantire il diritto di accesso e di informazione significa semplificare l’accesso ai documenti. Oggi abbiamo la possibilità di ampliare questo diritto attraverso gli strumenti informatici. Negli ultimi anni assistiamo ad un cambiamento degli stili di vita, dell’uso del tempo in modo diverso. Il tempo a disposizione delle persone è cambiato radicalmente dalle attività lavorative e non solo. A questo proposito ritengo sia necessario colmare questo vuoto affinché i cittadini possano usufruire delle informazioni in tempo utile.

Pertanto si ritiene indispensabile dotarsi di questo strumento per divulgare, informare e comunicare meglio con l’intera cittadinanza.

Aumentano di giorno in giorno i computer a disposizione delle famiglie. Ciò non deve essere soltanto un business e un profitto per le multinazionali, per l’uso distorto e ricattatorio che penalizza l’impiego, aumenta lo sfruttamento, diminuisce il personale.

Le nuove tecnologie sono un bene dell’umanità  e dobbiamo trovare un equilibrio di benessere collettivo e non uno strumento di sopraffazione.

E non basta convenire ed essere d’accordo se non ci mettiamo a disposizione per trovare tutte le forme per combattere la sudditanza.

E’ sotto gli occhi di tutti noi l’uso strumentale dell’informazione e della comunicazione. Ma non dobbiamo combattere il nuovo che arriva, ma l’uso e la speculazione che aumenta le differenze delle ricchezze di pochi a svantaggi di molti, l’informazione di pochi a svantaggio di tanti.

Quindi non dobbiamo accettare passivamente e supinamente quanto ci viene imposto dal mercato gestito da linguaggi e processi per allontanare la partecipazione, per allontanare la democrazia.

E non basta schierarsi da una parte o dall’altra, dichiararsi contro qualcuno e non proporre, impegnarsi sui contenuti e sulle scelte che modificano la vita delle persone. Dobbiamo dimostrare con coerenza e con decisioni quanto sosteniamo. La comunicazione è la base essenziale per governare. 

Ho potuto apprezzare che stanno aumentando i documenti messi a disposizione dai comuni, compresi quelli limitrofi. Ma soprattutto aumenta la sensibilizzazione e l’impegno delle amministrazioni che stanno via via organizzandosi a migliorare il servizio.

Credo che non ci siano posizioni contrastanti su questo tema, credo che potremo condividere questa nuova possibilità che avvicina il cittadino alla cosa pubblica. Ma non basta essere d’accordo, insisto, necessita crederci.

E’ fondamentale impegnarci affinché gli atti siano prima possibile pubblicati.

Organizzare bene il sito del nostro comune porterà ad un miglioramento e ad una semplificazione delle copie su supporto cartaceo, con minor spesa e miglior impiego del personale dipendente.

Necessita una sensibilizzazione maggiore per raggiungere lo scopo nel modo migliore, bisogna coordinare il lavoro in fase di preparazione affinché i file possano essere preparati in relazione alla diffusione. Faccio un esempio relativo al Piano Strutturale. Noi abbiamo potuto leggere il P.S. su Cd, ma non essendo prevista la divulgazione sul sito è stato impostato con file pesanti e se lo mettiamo in rete non potrà essere letto da tutti, ma soltanto da quelli che hanno una linea veloce e non tutti possono permettersi di appesantire la bolletta telefonica con l’adsl. Anche qui continua il labirinto della disuguaglianza.

Necessita uno sforzo per andare incontro alla maggioranza dei cittadini.

Ma il problema riguarda coloro che sono addetti a ciò, se verranno incoraggiati.

La piena trasparenza dell'azione  amministrativa  attraverso la semplificazione dell’accesso ai documenti, potrà portare ad una maggiore partecipazione all'attività amministrativa.

Intendo essere breve su questo aspetto e nella speranza che l’amministrazione possa recepire e organizzare questo servizio.

Negli ultimi giorni ho appreso che si tende a scindere il problema organizzativo di competenza degli uffici con quello di indirizzo politico.

Non è pensabile che l’amministrazione lasci questo vuoto, ciò farebbe pensare a lasciare le cose in sospeso per non prendersi le responsabilità. Spero, di non aver capito bene. Sono un sostenitore della programmazione. Vorrei ascoltare che esiste un progetto per dimostrare che anche a Signa sappiamo essere all’avanguardia e non in coda ai comuni del comprensorio.

Vorrei che l’amministrazione guardasse i contenuti e non da dove provengono, vorrei, dove è possibile, che si guardasse l’interesse dell’intera comunità.

Su questo tema ho inteso promuovere e introdurre una sollecitazione e al momento chiedo che i vari gruppi rappresentati in Consiglio Comunale vogliano esprimere il proprio pensiero per valutare se esiste la condivisione di tutti.

Accenno anche qui, che non si tratta di appartenere alla maggioranza o alla minoranza, credo che le conoscenze per migliorare gli strumenti a disposizione della comunità appartengono alle persone e non al colore. Sarebbe necessario approfondire con maggiore riflessione la differenza del funzionamento e  l’indirizzo politico e amministrativo. 

Spero e chiedo che si voglia affrontare la risoluzione del problema in concreto, con chiare indicazioni e offrendo gli strumenti necessari per assicurare l’informazione sull’attività amministrativa e garantire la piena trasparenza dell'azione amministrativa, basilare per la partecipazione dei cittadini alla vita politica e amministrativa del Comune. 

Testo della mozione presentata:

Mozione presentata dal gruppo consiliare "Unione per la Sinistra" avente per oggetto: Trasparenza e accesso informatizzato in rete civica degli atti dell'Amministrazione

 

Gruppo Consiliare UNIONE PER LA SINISTRA  -  PROT.10.12.2004

Al Presidente del Consiglio Comunale di Signa

MOZIONE: Trasparenza e accesso informatizzato in rete civica degli atti dell’amministrazione.

PREMESSO:

-          che l’art. 10 del d. lgs. 267/2000 - Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali - intitolato “Diritto di accesso e di informazione", al punto 1 dispone: "Tutti gli atti dell'amministrazione sono pubblici, ad eccezione di quelli riservati per espressa indicazione..." e che al punto 2 vengono individuate indicazioni per garantire tale diritto di accesso e di informazione;

-          che l’art. 12 dello Statuto del Comune di Signa intitolato “Pubblicità degli atti amministrativi e diritto di accesso”, al punto 1 dispone: “Il Comune garantisce e promuove la trasparenza dell’azione amministrativa attraverso la pubblicazione dei propri atti, anche attraverso mezzi informatici e adottando misure idonee ad esercitare il diritto di accesso da parte dei cittadini e di chiunque ne abbia interesse”;

RILEVATA

-          la necessità di garantire la piena trasparenza dell'azione  amministrativa  attraverso la semplificazione dell’accesso ai documenti, ai fini di una maggiore partecipazione all'attività amministrativa;

IMPEGNA IL SINDACO

1)     a predisporre e attivarsi per l'inserimento e la visualizzazione del testo delle deliberazioni della giunta e del consiglio nella rete civica, assicurando l’informazione sull’attività amministrativa e garantendo la piena trasparenza dell'azione amministrativa, basilare per la partecipazione dei cittadini alla vita politica e amministrativa del Comune;

2)    a riferire al Consiglio Comunale entro 60 giorni dall'approvazione della presente mozione;

I consiglieri comunali: Catarzi Andrea, Fiaschi Marcello, Fontani Enrico

 

Un'altra seduta di confronto serrato che si è conclusa a tarda notte. (1.00)

 

MOZIONE RESPINTA

I punti successivi all'o.d.g. saranno discussi nella prossima seduta.

Consiglio Comunale  -  lunedì 7 febbraio 2005  (9^ seduta)

 

 per la sinistra