.

  per la sinistra.it( 2003)

       che mille gocce diventino un fiume

PACE,  DIRITTI,   INFORMAZIONE,     DEMOCRAZIA E PARTECIPAZIONE

HOME CHI SIAMO FILMATI AGENDA CONTATTI LINKS
. . . . . .
.

SIGNA 

.

SIGNA LA NUVOLA NERA

.

 INQUINAMENTO 2010

.

INQUINAMENTO 2009

.

INQUINAMENTO 2008

.

INQUINAMENTO 2007

.
INQUINAMENTO 2006
.

INQUINAMENTO 2005

.

CONSIGLIO COMUNALE

dal giugno 09

.

CONSIGLIO COMUNALE 2004/09

.

ATTIVITA' CONSILIARE

.

VERBALI CC

.

LEGGI E REGOLAMENTI

.

COMUNICATI STAMPA

.

STAMPA 2008

.

STAMPA2007

.

STAMPA2006

.

STAMPA 2005

.

STAMPA2003/4

.

SIGNA NOTIZIE

.

 NOBEL

.

  RENAI

.

VIABILITA'

.

PARCHEGGI

.

1

.

1

ARTICOLI

.

 Area Sinistra Toscana

.

un ponte fra ..

.

una nuova TV

.

 

.
 
.

 

.

 

.

 

 

Comunicato stampa del 7 03 09 - Gruppo Consiliare "UNIONE PER LA SINISTRA"

Gruppo consiliare del COMUNE DI SIGNA «UNIONE PER LA SINISTRA»

MARCELLO FIASCHI

SINDACO

..

www.perlasinistra.it  (dal 2003)

.

Comunicato stampa del 07.03.2009

 

APPELLO AI SIGNESI

AI CITTADINI ABBANDONATI DAI LORO RAPPRESENTANTI:

 

LA “SOLITA MINESTRA”,

 

O SOSTEGNO ALLA NOSTRA LISTA

LIBERA DAI PARTITI

 

per MARCELLO FIASCHI SINDACO

..

. Prosegue il Partito Democratico – dove gli ex- Pci-Pds-Ds non contano piú niente, sotto il dominio della solita regia democristiana, che ci ha dato la “vera” democrazia: nella “solita minestra”, il peggio della vecchia DC e la parte riscaldata del PD.

.

● Prosegue lo «sviluppo per superare l'immobilismo»,

ossia l’urbanizzazione selvaggia, iniziata nel '95, continuata con apposita variante del '98, dando il via a fare delle aziende dismesse i tanti, troppi, appartamenti nelle zone piú sature e inquinate del paese.

.

● Prosegue la politica del cemento, stabilita proprio tramite l'adozione del Regolamento Urbanistico Comunale, contro lo sviluppo compatibile con il territorio, premiando la chiusura di aziende e l’arricchimento della rendita fondiaria, e accrescendo ancora gli abitanti e l’ulteriore crisi per tutti i cittadini signesi, per regalarci il primato di paese piú invivibile, con l’aria avvelenata – aumenteranno le malattie, soprattutto per bambini e anziani.

● Prosegue l’opera del potere della continuità, che non esiterà a ricorrere anche a liste civetta per imbrogliare i cittadini, se gli sarà utile – e noi assicuriamo che, se ciò avverrà, renderemo noti non solo le intese, ma anche i nomi e cognomi di chi si presterà al gioco.

.

Proseguono le ciarle pre-elezioni di coloro che hanno disfatto la sinistra e l’opposizione, e ora, in nome dell’unità, continuano a dividersi, smanettando per occupare uno strapuntino ormai già assegnato, e perciò disperderanno i voti di elettori disinformati.

.

Dal 2004 a oggi l'unico gruppo di opposizione

che ha dato battaglia nel paese e

in Consiglio comunale alle concessioni urbanistiche

 e a tutto l’andazzo antidemocratico

è stato «per la sinistra», liberi dai partiti,

con i voti contrari di Marcello Fiaschi ed Enrico Fontani.

 

Per il resto, tutto si svolge come da copione:

false chiacchiere su democrazia e partecipazione;

concrete azioni autoritarie e devastanti

del potere della continuità.

Aumentano gli appartamenti, gli abitanti,

le auto, l’inquinamento e i disoccupati.

Diminuiscono i servizi sanitari,

i treni e la credibilità di chi governa.

 

Noi, coerenti con il nostro operato,

lanciamo la sfida alla solita minestra

e chiediamo ai cittadini di sostenere

la lista, libera dai partiti,

per MARCELLO FIASCHI SINDACO.

.SE VUOI CAMBIARE, AIUTACI A FARTI VOTARE

.

.SE VUOI CAMBIARE, AIUTACI A FARCI VOTARE

.

Non un libro di sogni per ingannare gli elettori, con favole e promesse elettorali.

Il nostro programma alternativo mira a obiettivi possibili e raggiungibili. Vogliamo un paese dove siano risolti i problemi della viabilità e dell’inquinamento; un paese vivibile e vissuto, con parcheggi e giardini, con manutenzione ordinaria e straordinaria; un Comune che faccia proprie le esigenze dei cittadini comuni”: servizi, economia, cultura, attenzione e partecipazione.

Siamo sempre stati determinati, senza mai cambiare idea. La situazione è difficile, ma, per far meglio, basta dar voce ai cittadini, ascoltarne bisogni e suggerimenti, e portare ad amministrare il nostro Comune un gruppo di persone che lavorino in sintonia, nei ruoli di specifica preparazione e competenza, a disposizione della comunità signese. Con le idee, l’impegno e la passione si può cambiare la nostra Amministrazione.

Fondamentale è non accettare mai ordini da gruppi di potere e partiti.

Con lavoro volontario – non abbiamo i fondi dei partiti – portiamo la nostra voce nelle vostre case.

..

Visita il sito  www.perlasinistra.it.

Per presentare la lista alternativa di cittadini liberi dai partiti,

libera da ordini ed esterni dettati,

per sfidare la maggioranza

che governa questo paese

e che l’ha distrutto in continue riprese,

senza i soldi dei partiti e della «classe politica»,

è necessaria unA gran dose di coraggio,

metterci la propria faccia, e molto altro.

l'esperienza di consiglieri degli ultimi 5 anni,

per quanto abbiamo visto e constatato,

ci ha sconfortato,

Ma La nostra passione e la costante coerenza

ci hanno dato riconoscenza. questa è la ricompensa:

intorno a noi, ci chiedono di fare un passo avanti.

stiamo lavorando, però ancora non basta:

ci serve il tuo sostegno PER PRESENTARE LA LISTA.

se voti per il meno peggio,

confermi solo il peggio.

SE VUOI CAMBIARE,

AIUTACI A FARCI VOTARE

 

 

VIENI A FIRMARE

PER PRESENTARE LA LISTA

per Marcello Fiaschi SINDACO

.Lista libera dai partiti

libera da comandi e ingerenze esterne

.

Con le nostre idee, impegno e passione,

per cambiare la nostra amministrazione.

 

.

GRUPPO «PER LA SINISTRA» COMITATO ELETTORALE:

c/o ARIETE via Roma 216 SIGNA (FI) orario: 9-12,30 16-19,30 Tel/Fax 055 8734473 - copie n. 7.000

Marcello Fiaschi - SIGNA (FI) – Web Master www.perlasinistra.it - E-mail: info@perlasinistra.it

Capogruppo del gruppo consiliare «UNIONE PER LA SINISTRA»  E-mail: marcello.fiaschi@tin.it – Cell. 347 4080170

Comunicato stampa del 16 06 08 - Gruppo Consiliare "UNIONE PER LA SINISTRA" -

STELLACCI E LA SCIVOLATA DI RIFONDAZIONE

LA DISSOLUZIONE DELL'ARMATA BRANCALEONE

1° Intervento di Fiaschi Marcello - Consiglio comunale del 10.06.08

avevamo PREANNUNCIATO di spendere le nostre energie nel confronto sulle proposte e i progetti per il nostro paese, senza polemizzare, ma, se chiamati in causa, rispondiamo a chi costruisce menzogne, con i Fatti, non con le solite CHIACCHIERE.

Il 20.05.’08, ore 09.59, è stato inviato il nostro comunicato stampa:

«STELLACCI e la SCALATA di RIFONDAZIONE».

Molto dettagliato, che iniziava cosí: «A luglio 2004, il segretario del Prc signese, l’architetto Stellacci, voleva entrare in due commissioni: edilizia e urbanistica. I 4 consiglieri della sinistra signese elessero Stellacci (Prc) nella commissione edilizia, e Draghi (Prc) nella commissione urbanistica; non sappiamo chi informassero, ma si sono sempre rifiutati di farlo con chi li ha eletti». In data 20.05.’08, ore 14.53 (meno di 5 ore dopo), il Comune di Signa ha avuto le dimissioni di Draghi dalla Commissione urbanistica, con lettera inviata dalla dirigenza del Gruppo consiliare del Prc di Firenze, in fretta e senza consultare i rappresentanti. Non è una comunicazione, ma una lettera polemica, “di pancia”, che, arrampicandosi sugli specchi, cerca di confondere le acque della sconfitta del commissario non eletto arch. Francesco Stellacci, segretario del Prc di Signa, agente immobiliare, proposto da «Listaperta».

I FATTI: L’ex commissario Francesco Draghi, proposto dai membri della coalizione ed eletto il 28.07.’04 da 4 consiglieri, non li ha mai informati. Alle richieste di confronto aveva dato disponibilità, pur in disaccordo con Stellacci, ma tutto finí prima di cominciare. Il 17.02.’05, presso la sede del Prc al Circolo Donizetti (ora chiusa e inutilizzata), terminò subito una riunione della coalizione; Stellacci, che aveva avviato contatti personali con il segretario Ds, dopo poche battute disse: “ci siete riusciti a fissare la riunione per il 22 febbraio con Luca Ragazzo (Verdi) e Sandro Targetti (Prc), per discutere le osservazione Nobel, ma qui comando io, non ho bisogno di nessuno”, e CI BUTTÒ TUTTI FUORI, compresi Draghi e Catarzi.

Rifondazione aveva aperto ai movimenti e alle richieste dei cittadini per portare avanti le rivendicazioni emergenti nella società, ma, incassati i voti, al suo interno poche persone, e senza apporto degli elettori, decisero il percorso di inserirsi nel potere locale e di recitare al governo, schiacciando il confronto e i propri iscritti. Rifondazione si è chiusa, ha isolato alcuni dirigenti, si è allontanata dai propri sostenitori. Chi è rimasto, come Draghi e Targetti, ha dovuto accettare l’allineamento imposto dagli stalinisti del partito.

Ormai Rifondazione è morta: a Signa non esiste, in Consiglio comunale non c’è, perso ogni contatto con i 4 consiglieri eletti. Ogni tanto si sentono alcune voci degli ultimi residui da S. Mauro, rappresentati dall’architetto Stellacci. Anche i recenti contatti dell’alleanza elettorale «L’Arcobaleno», sono sfumati: Stellacci preferisce i fedeli e allontana chiunque potrebbe dire qualcosa di altro.

Nel Prc hanno capito che non c’è alcuna alternativa: nelle elezioni di aprile a Signa «L’Arcobaleno» (3 partiti e Sinistra democratica) ha preso 451 voti, il 4,47%, insufficienti anche per 1 solo consigliere comunale. Senza altro da perdere, provano di tutto e cercano di imbrogliare, con MENZOGNE SU MENZOGNE. Stellacci ha inviato il comunicato al Prc di Firenze, da dove è andato a tutta la lista dell’elenco provinciale, con la falsità che i consiglieri della sinistra, ex alleati, avrebbero preferito votare il nome proposto dal consigliere Giorgetti. Perfino Draghi divulga notizie false, dicendo che Catarzi ha votato il progetto Fossi.

I sostenitori e uditori riportino le notizie vere. Sono mesi che a S. Mauro suonano le campane per l’“alleanza brancaleone”. Il 25.01.’08 Stellacci ci ha telefonato dicendo: “Catarzi lo butto fuori, in Consiglio non ho piú nessuno. Va massacrato! Bisogna attaccarlo”. E poi: “sono già in campagna elettorale, farò un lista con …” – il nome di un consigliere di «Listaperta». Che abbiamo avvisato, per correttezza, se fosse autorizzato a farne il nome.

IL RISULTATO: Draghi si dimette, Stellacci si fa proporre da Coltelluccio, l’“armata brancaleone” si spacca e prende 2 voti. C’è chi crede ancora di trovare consenso tentando di screditare gli altri, ma non funziona piú. E fino alle elezioni avremo centinaia di chiacchiere e manovre vecchie e inutili, che porteranno RIFONDAZIONE ALLA DISSOLUZIONE. Non si sa se il Prc riuscirà a raccogliere le firme per la lista, ma, questa volta, si spera che STELLACCI SI PRESENTI CON LA PROPRIA FACCIA e con i suoi veri sostenitori.


Siamo dispiaciuti che certe persone scambino la trasparenza con la riservatezza: le riunioni politiche devono essere tutte aperte e senza segreti. Chi è impegnato pubblicamente e rappresenta gli elettori non deve fare intrighi di corridoio. E siamo delusi di quanti occultano con l’appartenenza alla sinistra le responsabilità di chi l’ha distrutta.

 

LA NEONATA “ARMATA BRANCALEONE”,

DOPO LA SCIVOLATA DI RIFONDAZIONE,

SENZA CONTRIBUTI E SENZA PENSIONE,

ANDRÀ BEN PRESTO IN DISSOLUZIONE.

 

Comunicato stampa del 20 05 08 - Gruppo Consiliare "UNIONE PER LA SINISTRA" -

STELLACCI E LA SCaLATA DI RIFONDAZIONE

PROVA ANCHE CON LA DESTRA Ma non entra in commissione

liberi dai partiti per cambiare

 

questi i Fatti, e non CHIACCHIERE

 

A luglio 2004, il segretario del Prc signese, l’architetto Stellacci, voleva entrare in due commissioni: edilizia e urbanistica. I 4 consiglieri della sinistra signese elessero Stellacci (prc) nella commissione edilizia, e Draghi (prc) nella commissione urbanistica; non sappiamo chi informassero, ma si sono sempre rifiutati di farlo con chi li ha eletti.

Ad aprile 2005, distribuiti 3.000 volantini «la cittadella del cinema di pinocchio» (ex-nobel); Stellacci non era d’accordo, ma hanno partecipato alla distribuzione anche iscritti del Prc.

A giugno 2005, Stellacci (Prc) ha abbandonato la coalizione della sinistra e chiuso il dialogo: nuovo gruppo consiliare di Rifondazione, rinuncia al ruolo di opposizione e inizio del percorso delle astensioni sui provvedimenti urbanistici, e anche sulla «società della salute», per tentare di entrare in maggioranza.

A settembre 2005, Fiaschi, capogruppo di «Unione per la sinistra», notifica una dichiarazione di voto contrario da verbalizzare in tutte le deliberazioni per le concessioni urbanistiche, fino a quando l’amministrazione non si faccia carico di uno studio e una progettazione per la viabilità.

A giugno 2006, distribuiti 3.000 volantini «una grande delusione, Rifondazione abbandona la coalizione e si divide all’interno per le poltrone».

A settembre 2006, il gruppo «Unione per la sinistra» chiese un incontro con il Prc per continuare a portare avanti come coalizione il programma alternativo contro l’urbanizzazione selvaggia, mentre il Prc diceva di trattare con la maggioranza e di ottenere significativi risultati. Nella riunione, di fronte a tutti, emerse che la “trattativa” era solo un contatto fra lo Stellacci e il segretario dei Ds.

A novembre 2006, dopo lunga e attenta riflessione, anche il consigliere Fontani ha lasciato il Prc, tornando a far parte del gruppo «Unione per la sinistra». Insieme a Fiaschi continua a portare avanti il programma alternativo.

A dicembre 2006, distribuiti 6.000 volantini «Il palazzo trema, mandiamoli a casa».

A dicembre 2006, censurato sul periodico dell’amministrazione comunale, «Signa notizie», l’articolo Signa è un dormitorio, e continuano a costruire case.

A giugno 2007, censurato sul periodico dell’amministrazione comunale, «Signa notizie», l’articolo Intervento in consiglio comunale del 5.03.07.

A febbraio 2008, anche Andrea Catarzi, candidato sindaco della coalizione, abbandona il Prc.

Ad aprile 2008, la sinistra ingannata e tradita dai rappresentanti dei partiti, che sono stati a recitare al governo, non ha neanche i numeri per 1 rappresentante.

A maggio 2008, Stellacci, rimasto solo, senza piú rappresentanti del Prc in Consiglio comunale e senza alcuna prospettiva, concorda di farsi eleggere nella commissione urbanistica da parte di «Listaperta», ma fallisce, bocciato dai voti della maggioranza, che respinge l’alleanza anomala.

 

la nostra posizione

La sostituzione del rappresentante dimissionario era di competenza di «Listaperta». Noi abbiamo dichiarato la nostra astensione. Non abbiamo capito, e lo abbiamo sostenuto, le proposte di altri che non dovevano sostituire il proprio rappresentante dimissionario, né i 2 voti di sostegno, 1 Udc, 1 maggioranza.

Voteremo volentieri la sostituzione del rappresentante eletto nella commissione urbanistica all’inizio della legislatura (Draghi prc), se mai si dimetterà, dato che non ci informa di quanto avviene in commissione, ma sul «Progetto Fossi» si è astenuto. Invece, come abbiamo reso noto in Consiglio comunale, chiediamo alla stampa di informare i lettori che il commissario arch. Francesco Stellacci, segretario del Prc di Signa, agente immobiliare, espresse a suo tempo il voto favorevole per il tanto discusso «progetto fossi».

Questa vicenda attesta ancora una volta che le scelte fatte da poche persone risultano incomprensibili e perdenti. La “strana alleanza” è fuori da ogni logica, senza numeri e prospettive: una manovra infantile. Siamo però stupiti per quanti sono caduti in questa trappola, in questo suicidio politico, senza un eventuale, seppur non dovuto, precedente e aperto pronunciamento. Chissà se e quando lo capiranno. Non siamo stupiti, invece, del solito manovratore Stellacci, che non rappresenta nessuno né ha niente da perdere, ma insiste, e ci riesce sempre, a chiamare in causa altri, e continuerà, purtroppo, a fare ulteriori danni.

Noi continuiamo a portare avanti il programma alternativo presentato agli elettori, e ringraziamo tanti cittadini per aver apprezzato il nostro impegno e lavoro, in piena libertà e fuori da ogni ingerenza dei partiti politici, che ci hanno deluso e non rappresentano bisogni e speranze degli elettori.

Signa ha subito danni irreparabili: sono state concesse autorizzazioni urbanistiche senza nessuna programmazione del territorio; le centinaia di appartamenti nelle zone piú sature e inquinate hanno reso il paese invivibile.

In consiglio comunale, per quanti non lo sapessero, abbiamo promosso 8 consigli comunali straordinari e Marcello Fiaschi è stato primo firmatario e relatore di 6 consigli: -24.05.05 area ex-nobel; -15.02.06 area ex-nobel; -09 e 29.01.07 viabilità e inquinamento; -05.03.07 progetto fossi, -10.05.07 commissioni consiliari; -30.05.07 termine discussione interpellanze e mozioni; -09.07.07 piano finanziario renai; -24.07.07 censura articoli «Signa notizie». Abbiamo avanzato tante mozioni – sulle commissioni consiliari, i locali per i gruppi consiliari, la viabilità, l’inquinamento, ecc. – e presentato proposte e progetti.

Nel gruppo «Unione per la sinistra» discutiamo e rendiamo conto del nostro operato agli elettori. Ascoltiamo suggerimenti e consigli, ma non accettiamo nessuna lezione di indirizzo dai rappresentanti dei partiti, diffidiamo di tali avversari e non intendiamo avere a che fare con ciarlatani e con chi ha tradito colleghi, sostenitori, elettori, e tutti i cittadini.

 

Marcello Fiaschi - SIGNA (FI) – Web Master www.perlasinistra.it -  E-mail : info@perlasinistra.it - Capogruppo del gruppo consiliare “UNIONE PER LA SINISTRA” - E-mail: marcello.fiaschi@tin.it  –  Cell. 347 4080170 -

Comunicato stampa del 7 04 08 - Consiglieri di opposizione del Comune di Signa -

CEMENTO ANCHE SULLE COLLINE SIGNESI

Egregio direttore, se il Suo giornale ha spazio anche per chi non ama fare il ciarlatano e non ama prendere in giro i cittadini che hanno, con il loro voto, permesso ad alcuni politici di ricoprire determinate cariche, Le chiedo una piccola disponibilità a vantaggio della chiarezza.

Per chi segue la politica del nostro paese ed è appassionato ed amante di ciò che lo circonda, è un’inutile consolazione conoscere l'operato di alcuni responsabili politici e di ciò che è successo a Signa, ma è un atto dovuto per tutti i nostri concittadini.

All’ultimo consiglio comunale si è consumata la definitiva sconfitta del sindaco tramite le azioni del consigliere MAURO GIORGETTI che ha permesso l’approvazione del punto che prevede la costruzione di una cantina/agriturismo sulle nostre belle colline signesi, contravvenendo al proprio orientamento politico, quello che sino ad ora ha manifestato e venendo meno alla fiducia in lui manifestata da tutti coloro che lo hanno votato.

Non spetta a noi entrare nel merito dell'integrità morale di GIORGETTI MAURO, riteniamo che su questo punto debba rispondere in prima persona l'interessato. Il nostro giudizio è limitato al solo lato politico del suo “comportamento”.

Giorgetti ha mostrato finalmente il suo spessore e la sua immoralità politica che non meriterebbe neanche la sua analisi.

Il sindaco sa bene che ha fallito ed è il vero sconfitto, ragion per cui si dovrebbe dimettere, mostrando così di avere dignità in merito alla propria carica coperta e, invece, continua a resistere senza una vera maggioranza, privo dei numeri in aula.

Il comportamento discutibile di MAURO GIORGETTI non è altro che uno sterile tentativo di "rianimare" lo sconfitto sindaco.

E allora? ……… Nuove colate di cemento anche sulle colline, per volumetrie già spropositate frutto di scelte dissennate. Se poi, come più volte affermato dal sindaco, l’assetto urbanistico, paesaggistico, ecc…….. è stato armonioso, lasciamo a lui l’onore ma anche la responsabilità di queste inqualificabili affermazioni.

Da sottolineare poi il voto a favore del progetto espresso dal consigliere FRATINI PIERO, in contrasto con quello precedente già pronunciato il 05 marzo 2007. Tale espressione non ha materia politica ma di cura.

Alla spregiudicatezza della politica siamo ormai abituati, ma non alla disonestà intellettuale ed agli improvvisi cambi di idee politiche di alcuni nostri rappresentanti, ma ce ne faremo pazientemente una ragione quando si sarà espressa anche la magistratura, qualora riterrà opportuno intervenire.

I consiglieri comunali

Fiaschi Marcello, Fontani Enrico, Michelagnoli Giulio, Forte Luigi, Coltelluccio Angelo

 

Consiglio Comunale - martedì 1 aprile 2008 alle ore 20:30  (3/08-66^ seduta)

1^ convocazione, 10 presenti, seduta deserta, rinviata 02.04.08

Consiglio Comunale - mercoledì 2 aprile 2008 alle ore 20:30  (3/08-66^ seduta)

2^ convocazione, 11 presenti, 10 assenti

Approvato il progetto FOSSI con 10 voti della maggioranza e l'astensione di Giorgetti Mauro che ha garantito il numero legale.

Favorevoli: 1-Sindaco Bitossi Florestano, 2-Colzi Stefano, 3-Paoli Eleonora, 4-La Placa Federico, 5-Sarchi Lorenzo, 6-Fossi Giampiero, 7-Fossi Marinella, 8-Bettarini Paola, 9-Fratini Piero, 10-Ricci Maurizio- Astenuti: 1-Giorgetti Mauro

Assenti: Gori Lorenzo capogruppo, Zaccaria Domenico vicecapogruppo, Catarzi Andrea.

Dichiarazioni in aula di Fiaschi Marcello, Michelagnoli Giulio e Ricci Olivaldo che non hanno partecipato alla votazione insieme a Fontani Enrico, Forte Luigi e Coltelluccio Angelo.

Comunicato stampa del 17 08 07 - Gruppo Consiliare "UNIONE PER LA SINISTRA" -

LA CRISI PERMANENTE

DELL'AMMINISTRAZIONE SIGNESE

La situazione venuta a crearsi nell'ambito della battaglia politica che si sta consumando all'interno e all'esterno delle sedute del Consiglio comunale merita un'attenta riflessione. Non è affatto semplice inoltrarsi nel clima avvelenato dell'anomalia signese con «la crisi di rappresentanza» in atto.

Le condizioni per portare avanti un mandato nel segno della continuità del sindaco Bitossi con la giunta Bambagioni sono sempre più difficili. Il percorso intrapreso dalla debole maggioranza di reprimere qualsiasi forma di discussione e confronto risulterà la scelta perdente e non sarà sufficiente a concludere la legislatura.


Il processo portato avanti dalle diverse opposizioni, emerso dalla condivisione delle contraddizioni, deve essere concepito nel suo contenuto concreto e la sua formulazione logica non implica una scelta e un fine determinato, pertanto occorre combattere deformazioni e deviazioni per giungere a un'azione coordinata che deve crescere e trasformarsi nell'obbiettivo da raggiungere di un progetto maturo e condiviso.


Le richieste sottoscritte, relative al periodo di agosto 2007 per la convocazione delle sedute straordinarie del Consiglio comunale, sono incompatibili con l'impostazione fino ad oggi adottata e non sono state sottoposte all'attenzione dei soggetti precedentemente coinvolti. Pertanto, risulta altrettanto necessaria una chiara e decisa distinzione dalle irresponsabili e deliranti prese di posizione di carattere individuale.


Il Gruppo consiliare «Unione per la Sinistra», coerente con le azioni svolte, si dissocia completamente da qualsiasi manovra di corridoio delle infantili schermaglie e invita tutti gli eletti a riportare la discussione sulle tematiche nell'interesse della maggioranza dei cittadini.

 

Marcello Fiaschi - SIGNA (FI) – Web Master www.perlasinistra.it -  E-mail : info@perlasinistra.it - Capogruppo del gruppo consiliare “UNIONE PER LA SINISTRA” - E-mail: marcello.fiaschi@tin.it  –  Cell. 347 4080170 -

Comunicato stampa del 11 07 07 - Gruppo Consiliare "UNIONE PER LA SINISTRA" -

IL PALAZZO IN PERICOLO

MAGGIORANZA ALLO SBANDO

 

A Signa la maggioranza non È più maggioranza.

L'ultima seduta È stata convocata dalla minoranza che non È più minoranza.

 

Il 7° Consiglio comunale straordinario del 9 luglio 2007, È finito in paritÀ:

Favorevoli 10 – Contrari 10.

 

È SCOPPIATA La crisi DI RAPPRESENTANZA E l'impero DELLA continuITÀ politica Bambagioni-Poggiali AFFIDATo A Bitossi-Mariotti È IN AGONIA.

 

I CONSIGLIERI DELLA DEBOLE MAGGIORANZA SONO IN ATTESA DI CONOSCERE LA DIAGNOSI TERMINALE DELLA CRISI PERMANENTE.

 

Marcello Fiaschi - SIGNA (FI) – Web Master www.perlasinistra.it -  E-mail : info@perlasinistra.it - Capogruppo del gruppo consiliare “UNIONE PER LA SINISTRA” - E-mail: marcello.fiaschi@tin.it  –  Cell. 347 4080170 - Socio fondatore dell’ AREA DELLA SINISTRA TOSCANA

Comunicato stampa del 05 04 07 - Gruppo Consiliare "UNIONE PER LA SINISTRA" -

A SIGNA NON GOVERNA L'UNIONE

MA UN GRUPPO DI POCHE PERSONE

 

 

Il governo provvisorio signese ha confermato di fare la staffetta per il ritorno del governo Bambagioni. Ha confermato la scelta della continuità della politica dell’urbanizzazione selvaggia, senza accettare alcuna concertazione sui provvedimenti urbanistici richiesti dal gruppo di maggioranza «continuiamo insieme» e ha ribadito la fiducia all’assessore all’urbanistica Mariotti, sfiduciando i “critici” increduli e rei di voler discutere.

 

I Ds confermano la propria sudditanza, intimoriti, per essere nuovamente cacciati e accettano che prosegua il loro logoramento.

 

Le opposizioni, pur nella loro diversità, hanno confermato la loro posizione votando contro, fuorché Rifondazione comunista, che rimane in una posizione di assoluta ambiguità fra il capogruppo, ormai solo, che vuole a tutti i costi una poltrona, e la segreteria del partito, consapevole ma prigioniera della pericolosità della politica signese in mano all’impero.

 

In questa situazione eccezionale nasce un fronte alternativo, e un confronto delle opposizioni e di tanti cittadini per ripristinare la democrazia a Signa.

Marcello Fiaschi - SIGNA (FI) – Web Master www.perlasinistra.it -  E-mail : info@perlasinistra.it - Capogruppo del gruppo consiliare “UNIONE PER LA SINISTRA” - E-mail: marcello.fiaschi@tin.it  –  Cell. 347 4080170 - Socio fondatore dell’ AREA DELLA SINISTRA TOSCANA

 

 per la sinistra