.

  per la sinistra.it( 2003)

       che mille gocce diventino un fiume

PACE,  DIRITTI,   INFORMAZIONE,     DEMOCRAZIA E PARTECIPAZIONE

HOME CHI SIAMO FILMATI AGENDA CONTATTI LINKS
. . . . . .
.

SIGNA 

.

SIGNA LA NUVOLA NERA

.

 INQUINAMENTO 2010

.

INQUINAMENTO 2009

.

INQUINAMENTO 2008

.

INQUINAMENTO 2007

.
INQUINAMENTO 2006
.

INQUINAMENTO 2005

.

CONSIGLIO COMUNALE

dal giugno 09

.

CONSIGLIO COMUNALE 2004/09

.

ATTIVITA' CONSILIARE

.

VERBALI CC

.

LEGGI E REGOLAMENTI

.

COMUNICATI STAMPA

.

STAMPA 2008

.

STAMPA2007

.

STAMPA2006

.

STAMPA 2005

.

STAMPA2003/4

.

SIGNA NOTIZIE

.

 NOBEL

.

  RENAI

.

VIABILITA'

.

PARCHEGGI

.

1

.

1

ARTICOLI

.

 Area Sinistra Toscana

.

un ponte fra ..

.

una nuova TV

.

 

.
 
.

 

.

 

.

 

 

- RASSEGNA STAMPA SIGNA - RASSEGNA STAMPA SIGNA -

(IL CORRIERE DI FIRENZE - giovedì 19 giugno 2008)

 Corti risponde alla richiesta di Stellacci

Casca nel vuoto l'appello del segretario Prc Francesco Stellacci, che aveva richiesto le dimissioni del membro della Commissione Urbanistica Alessandro Corti "per lasciare la commissione nella totale illegittimità - come affermato da Stellacci - essendo lui l'unico membro veramente d'opposizione" Considerazioni fatte dal segretario del Prc signese dopo le recenti nomine di Maestrelli e Di Natale.

"La commissione urbanistica - scrive Corti in una nota è un organo istituzionale previsto dalla legge, i cui componenti sono eletti dal consiglio comunale e sono chiamati a svolgere un ruolo tecnico, politico e sociale. Pertanto mi resta assolutamente incomprensibile il significato dell'invito rivoltomi da Stellacci per rendere "illegittima" la commissione stessa".

- RASSEGNA STAMPA SIGNA - RASSEGNA STAMPA SIGNA -

(IL CORRIERE DI FIRENZE - mercoledì 18 giugno 2008)

 Signa: non si placano le polemiche sulla commissione urbanistica

- RASSEGNA STAMPA SIGNA - RASSEGNA STAMPA SIGNA -

(METROPOLI - venerdì 23 maggio 2008)

PER LA SINISTRA:

"Sostituire Lombardi spettava a Listaperta"

Per completare il quadro di reazioni politiche sulla vicenda, ecco come si è espresso il capo gruppo di Unione per la Sinistra Marcello Fiaschi "La sostituzione di Lombardi era di competenza di Listaperta. Noi abbiamo dichiarato la nostra astensione e l'abbiamo sostenuta. Voteremo volentieri la sostituzione del rappresentante eletto nella commissione urbanistica all'inizio della legislatura (Francesco Draghi, Prc), se mai si dimetterà, dato che non ci informa di quanto avviene in commissione mentre su piano Fossi si è astenuto. Invece, come abbiamo ripetuto in consiglio comunale, Francesco Stellacci, segretario del Prc signese, espresse a suo tempo il voto favorevole per il tanto discusso piano Fossi. Noi continuiamo a portare avanti il programma alternativo presentato agli elettori e ringraziamo i tanti cittadini che hanno apprezzato il nostro impegno".

- RASSEGNA STAMPA SIGNA - RASSEGNA STAMPA SIGNA -

(IL CORRIERE DI FIRENZE - mercoledì 21 maggio 2008)

 Fiaschi, Unione per la Sinistra, sulla mancata elezione:

"Stellacci e l'alleanza anomala bocciati dal Consiglio"

"Stellacci, dopo essersi ritrovato solo, senza rappresentanti in consiglio e senza alcuna prospettiva, ha provato a entrare in commissione anche con la destra, mal'alleanza anomala è stata bocciata". Marcello Fiaschi, consigliere di Unione per la Sinistra, non ci sta e ricusa la presunta responsabilità di aver contribuito a eleggere Maestrelli in commissione urbanistica. "La sostituzione del rappresentante dimissionario era di competenza di Listaperta - dice Fiaschi - noi abbiamo dichiarato la nostra astensione. Non abbiamo capito, e lo abbiamo sostenuto, le proposte di altri che non dovevano sostituire il proprio rappresentante dimissionario, nè i due voti di sostegno a Stellacci, uno di Ricci e uno di un consigliere di maggioranza". Poi entra nel merito del precedente percorso del segretario del Prc Francesco Stellacci in commissione edilizia. "Il segretario Prc, come l'altro esponente del Prc Draghi - prosegue Fiaschi - si è sempre rifiutato di informarci dei lavori e, a suo tempo, ha espresso voto favorevole al tanto discusso piano Fossi. Non siamo quindi stupiti della manovra infantile della candidatura in commissione del segretario Prc, una "strana alleanza" fuori da ogni logica e, da parte nostra, continueremo a portare avanti il programma alternativo presentato agli elettori". Non accenna quindi a placarsi la polemica politica dopo il no del consiglio alla candidatura di Stellacci a membro della commissione urbanistica. Una querelle trasversale che ha inasprito i rapporti tra maggioranza e opposizione e ha diviso ulteriormente le varie opposizioni in consiglio comunale.                                                    L.B.     

- RASSEGNA STAMPA SIGNA - RASSEGNA STAMPA SIGNA -

Comunicato stampa del 20 05 08 - Gruppo Consiliare "UNIONE PER LA SINISTRA" -

STELLACCI E LA SCaLATA DI RIFONDAZIONE

PROVA ANCHE CON LA DESTRA Ma non entra in commissione

liberi dai partiti per cambiare

 

questi i Fatti, e non CHIACCHIERE

 

A luglio 2004, il segretario del Prc signese, l’architetto Stellacci, voleva entrare in due commissioni: edilizia e urbanistica. I 4 consiglieri della sinistra signese elessero Stellacci (prc) nella commissione edilizia, e Draghi (prc) nella commissione urbanistica; non sappiamo chi informassero, ma si sono sempre rifiutati di farlo con chi li ha eletti.

Ad aprile 2005, distribuiti 3.000 volantini «la cittadella del cinema di pinocchio» (ex-nobel); Stellacci non era d’accordo, ma hanno partecipato alla distribuzione anche iscritti del Prc.

A giugno 2005, Stellacci (Prc) ha abbandonato la coalizione della sinistra e chiuso il dialogo: nuovo gruppo consiliare di Rifondazione, rinuncia al ruolo di opposizione e inizio del percorso delle astensioni sui provvedimenti urbanistici, e anche sulla «società della salute», per tentare di entrare in maggioranza.

A settembre 2005, Fiaschi, capogruppo di «Unione per la sinistra», notifica una dichiarazione di voto contrario da verbalizzare in tutte le deliberazioni per le concessioni urbanistiche, fino a quando l’amministrazione non si faccia carico di uno studio e una progettazione per la viabilità.

A giugno 2006, distribuiti 3.000 volantini «una grande delusione, Rifondazione abbandona la coalizione e si divide all’interno per le poltrone».

A settembre 2006, il gruppo «Unione per la sinistra» chiese un incontro con il Prc per continuare a portare avanti come coalizione il programma alternativo contro l’urbanizzazione selvaggia, mentre il Prc diceva di trattare con la maggioranza e di ottenere significativi risultati. Nella riunione, di fronte a tutti, emerse che la “trattativa” era solo un contatto fra lo Stellacci e il segretario dei Ds.

A novembre 2006, dopo lunga e attenta riflessione, anche il consigliere Fontani ha lasciato il Prc, tornando a far parte del gruppo «Unione per la sinistra». Insieme a Fiaschi continua a portare avanti il programma alternativo.

A dicembre 2006, distribuiti 6.000 volantini «Il palazzo trema, mandiamoli a casa».

A dicembre 2006, censurato sul periodico dell’amministrazione comunale, «Signa notizie», l’articolo Signa è un dormitorio, e continuano a costruire case.

A giugno 2007, censurato sul periodico dell’amministrazione comunale, «Signa notizie», l’articolo Intervento in consiglio comunale del 5.03.07.

A febbraio 2008, anche Andrea Catarzi, candidato sindaco della coalizione, abbandona il Prc.

Ad aprile 2008, la sinistra ingannata e tradita dai rappresentanti dei partiti, che sono stati a recitare al governo, non ha neanche i numeri per 1 rappresentante.

A maggio 2008, Stellacci, rimasto solo, senza piú rappresentanti del Prc in Consiglio comunale e senza alcuna prospettiva, concorda di farsi eleggere nella commissione urbanistica da parte di «Listaperta», ma fallisce, bocciato dai voti della maggioranza, che respinge l’alleanza anomala.

 

la nostra posizione

La sostituzione del rappresentante dimissionario era di competenza di «Listaperta». Noi abbiamo dichiarato la nostra astensione. Non abbiamo capito, e lo abbiamo sostenuto, le proposte di altri che non dovevano sostituire il proprio rappresentante dimissionario, né i 2 voti di sostegno, 1 Udc, 1 maggioranza.

Voteremo volentieri la sostituzione del rappresentante eletto nella commissione urbanistica all’inizio della legislatura (Draghi prc), se mai si dimetterà, dato che non ci informa di quanto avviene in commissione, ma sul «Progetto Fossi» si è astenuto. Invece, come abbiamo reso noto in Consiglio comunale, chiediamo alla stampa di informare i lettori che il commissario arch. Francesco Stellacci, segretario del Prc di Signa, agente immobiliare, espresse a suo tempo il voto favorevole per il tanto discusso «progetto fossi».

Questa vicenda attesta ancora una volta che le scelte fatte da poche persone risultano incomprensibili e perdenti. La “strana alleanza” è fuori da ogni logica, senza numeri e prospettive: una manovra infantile. Siamo però stupiti per quanti sono caduti in questa trappola, in questo suicidio politico, senza un eventuale, seppur non dovuto, precedente e aperto pronunciamento. Chissà se e quando lo capiranno. Non siamo stupiti, invece, del solito manovratore Stellacci, che non rappresenta nessuno né ha niente da perdere, ma insiste, e ci riesce sempre, a chiamare in causa altri, e continuerà, purtroppo, a fare ulteriori danni.

Noi continuiamo a portare avanti il programma alternativo presentato agli elettori, e ringraziamo tanti cittadini per aver apprezzato il nostro impegno e lavoro, in piena libertà e fuori da ogni ingerenza dei partiti politici, che ci hanno deluso e non rappresentano bisogni e speranze degli elettori.

Signa ha subito danni irreparabili: sono state concesse autorizzazioni urbanistiche senza nessuna programmazione del territorio; le centinaia di appartamenti nelle zone piú sature e inquinate hanno reso il paese invivibile.

In consiglio comunale, per quanti non lo sapessero, abbiamo promosso 8 consigli comunali straordinari e Marcello Fiaschi è stato primo firmatario e relatore di 6 consigli: -24.05.05 area ex-nobel; -15.02.06 area ex-nobel; -09 e 29.01.07 viabilità e inquinamento; -05.03.07 progetto fossi, -10.05.07 commissioni consiliari; -30.05.07 termine discussione interpellanze e mozioni; -09.07.07 piano finanziario renai; -24.07.07 censura articoli «Signa notizie». Abbiamo avanzato tante mozioni – sulle commissioni consiliari, i locali per i gruppi consiliari, la viabilità, l’inquinamento, ecc. – e presentato proposte e progetti.

Nel gruppo «Unione per la sinistra» discutiamo e rendiamo conto del nostro operato agli elettori. Ascoltiamo suggerimenti e consigli, ma non accettiamo nessuna lezione di indirizzo dai rappresentanti dei partiti, diffidiamo di tali avversari e non intendiamo avere a che fare con ciarlatani e con chi ha tradito colleghi, sostenitori, elettori, e tutti i cittadini.

 

Marcello Fiaschi - SIGNA (FI) – Web Master www.perlasinistra.it -  E-mail : info@perlasinistra.it - Capogruppo del gruppo consiliare “UNIONE PER LA SINISTRA” - E-mail: marcello.fiaschi@tin.it  –  Cell. 347 4080170 -

Comunicato stampa del 7 04 08 - Consiglieri di opposizione del Comune di Signa -

CEMENTO ANCHE SULLE COLLINE SIGNESI

Egregio direttore, se il Suo giornale ha spazio anche per chi non ama fare il ciarlatano e non ama prendere in giro i cittadini che hanno, con il loro voto, permesso ad alcuni politici di ricoprire determinate cariche, Le chiedo una piccola disponibilità a vantaggio della chiarezza.

Per chi segue la politica del nostro paese ed è appassionato ed amante di ciò che lo circonda, è un’inutile consolazione conoscere l'operato di alcuni responsabili politici e di ciò che è successo a Signa, ma è un atto dovuto per tutti i nostri concittadini.

All’ultimo consiglio comunale si è consumata la definitiva sconfitta del sindaco tramite le azioni del consigliere MAURO GIORGETTI che ha permesso l’approvazione del punto che prevede la costruzione di una cantina/agriturismo sulle nostre belle colline signesi, contravvenendo al proprio orientamento politico, quello che sino ad ora ha manifestato e venendo meno alla fiducia in lui manifestata da tutti coloro che lo hanno votato.

Non spetta a noi entrare nel merito dell'integrità morale di GIORGETTI MAURO, riteniamo che su questo punto debba rispondere in prima persona l'interessato. Il nostro giudizio è limitato al solo lato politico del suo “comportamento”.

Giorgetti ha mostrato finalmente il suo spessore e la sua immoralità politica che non meriterebbe neanche la sua analisi.

Il sindaco sa bene che ha fallito ed è il vero sconfitto, ragion per cui si dovrebbe dimettere, mostrando così di avere dignità in merito alla propria carica coperta e, invece, continua a resistere senza una vera maggioranza, privo dei numeri in aula.

Il comportamento discutibile di MAURO GIORGETTI non è altro che uno sterile tentativo di "rianimare" lo sconfitto sindaco.

E allora? ……… Nuove colate di cemento anche sulle colline, per volumetrie già spropositate frutto di scelte dissennate. Se poi, come più volte affermato dal sindaco, l’assetto urbanistico, paesaggistico, ecc…….. è stato armonioso, lasciamo a lui l’onore ma anche la responsabilità di queste inqualificabili affermazioni.

Da sottolineare poi il voto a favore del progetto espresso dal consigliere FRATINI PIERO, in contrasto con quello precedente già pronunciato il 05 marzo 2007. Tale espressione non ha materia politica ma di cura.

Alla spregiudicatezza della politica siamo ormai abituati, ma non alla disonestà intellettuale ed agli improvvisi cambi di idee politiche di alcuni nostri rappresentanti, ma ce ne faremo pazientemente una ragione quando si sarà espressa anche la magistratura, qualora riterrà opportuno intervenire.

I consiglieri comunali

Fiaschi Marcello, Fontani Enrico, Michelagnoli Giulio, Forte Luigi, Coltelluccio Angelo

- RASSEGNA STAMPA SIGNA - RASSEGNA STAMPA SIGNA -

(METROPOLI - venerdì 7 marzo 2008)

«Da ora in poi sarò indipendente»

Andrea Catarzi si dimette da capo gruppo del Prc. Le reazioni.

- RASSEGNA STAMPA SIGNA - RASSEGNA STAMPA SIGNA -

(METROPOLI - venerdì 7 marzo 2008)

Crisi idrica: settembre a rischio

Poche piogge e invasi sotto alla media: e la piana dipende ancora dal lago di Bilancino.

- RASSEGNA STAMPA SIGNA - RASSEGNA STAMPA SIGNA -

(METROPOLI - venerdì 29 febbraio 2008)

«Bretella: la falda idrica dei Renai è a rischio»

- RASSEGNA STAMPA SIGNA - RASSEGNA STAMPA SIGNA -

(IL CORRIERE DI FIRENZE - mercoledì 27 febbraio 2008)

 CATARZI RIMESCOLA L'OPPOSIZIONE

Stellacci (Prc) "Non abbiamo più vincoli"

- RASSEGNA STAMPA SIGNA - RASSEGNA STAMPA SIGNA -

(LA NAZIONE - martedì 26 febbraio 2008)

 IL BILANCIO DEGLI INCIDENTI DEL 2007

Via Roma è la strada più a rischio

- RASSEGNA STAMPA SIGNA - RASSEGNA STAMPA SIGNA -

 

 

 per la sinistra